string(4) "node" string(3) "337"

Y4E 2014

YES4Europe - Youth Empowerment Scheme for Europe: 
i miei diritti, la mia cittadinanza!

Anche per il 2014 la Rete Italiana Eurodesk si è impegnata in una nuova edizione del progetto Yes4europe, che si è realizzata in ambito scolastico in circa 30 città italiane.

I temi dell'edizione 2014 
i miei diritti, la mia cittadinanza!
Il primo passo verso una cittadinanza (locale, nazionale ed europea) consapevole da parte dei giovani è il riconoscimento dei propri diritti, da declinarsi in parallelo ai doveri verso gli altri ed il bene comune.
Particolarmente importanti, in un’ottica di ampio respiro temporale e di ampia visione geografica, sono i diritti che scaturiscono dalla mobilità garantita ai cittadini europei: una delle 4 libertà fondamentali dell’Atto Unico entrato in vigore nel 1987.
Oltre 25 anni dopo l’inserimento della libertà di circolazione dei cittadini europei, in media solo il 2% della popolazione residente negli Stati membri è nativa di un altro Stato dell’UE: molte opportunità di studio, formazione e lavoro vengono perse proprio a causa della bassa mobilità dei cittadini.

Non a caso, una delle 7 iniziative faro della Strategia Europa 2020 è denominata Gioventù in Movimento, con il fine di promuovere un'istruzione e una formazione di qualità, un'efficace integrazione nel mondo del lavoro attraverso una maggiore mobilità transnazionale dei giovani, al fine di valorizzarne il potenziale.
Diventa quindi strategico per il nostro Paese investire quanto più possibile nel raggiungimento degli obiettivi comunitari in materia di politiche per i giovani: solo così, difatti, si può vincere la sfida della competitività internazionale e valorizzare le buone prassi esistenti. 

Due sono gli elementi centrali di questa sfida: 

  • il coinvolgimento attivo dei giovani nel disegnare e realizzare i processi ed i percorsi per il raggiungimento degli obiettivi comunitari;
  • L’affermarsi del principio di sussidiarietà verticale (tra Stato, Regioni ed Enti locali) ed orizzontale (tra pubblico e privato) nella suddivisione del carico di responsabilità ed investimenti necessari per vincere la sfida della competitività internazionale.

Il progetto  Yes4europe 2014 si basa sullo strumento del Dialogo Strutturato, sia come processo finalizzato all’organizzazione di momenti di confronto e scambio tra tutti i portatori di interesse, sia come opportunità di analisi e approfondimento della tematica prioritaria del IV ciclo di Dialogo Strutturato e delle sue declinazioni. 
Le attività promosse nell’ambito del progetto YES4Europe - Youth Empowerment Scheme for Europe: i miei diritti, la mia cittadinanza! prevedevano il coinvolgimento di un numero consistente di giovani nell’arco di 10 mesi (dal 1° marzo 2014 al 31 dicembre 2014) allo scopo di: 

  • accrescere il loro livello di informazione e di consapevolezza sull’Unione europea; 
  • attivare un processo di consultazione sulle tematiche dello Youth Empowerment, dei diritti dei giovani, della cittadinanza, della mobilità educativo/formativa transnazionale;
  • raccogliere proposte sulle tematiche dello Youth Empowerment, dei diritti dei giovani, della cittadinanza, della mobilità educativo/formativa transnazionale, e sulle misure e azioni concrete da intraprendere a livello locale/regionale/nazionale;
  • promuovere la conoscenza delle opportunità che l’Unione europea offre loro per la mobilità educativo/formativa transnazionale (anche in relazione agli obiettivi del nuovo programma europeo per la gioventù Erasmus+).

Ciascun incontro ha fornito ai partecipanti documentazione relativa alle tematiche trattate e la possibilità di condividere idee e progetti, promuovendo l’interazione fra di loro (e attraverso una piattaforma informatica) con gli altri gruppi di giovani su scala nazionale nel formulare le proposte di azioni a supporto dello Youth Empowerment, dei diritti dei giovani, della cittadinanza e della mobilità educativo/formativa transnazionale.

Le proposte formulate sono state quindi sottoposte a votazione (a partire dal 6 al 20 novembre 2014 su questo spazio web) . I portavoce delle quattro proposte che hanno ricevuto un maggior numero di consensi hanno partecipato, a spese del progetto, ad una visita di studio a Bruxelles presso le Istituzioni Comunitarie che si occupano di politiche a favore della gioventù.

Il progetto è stato realizzato con il supporto e la collaborazione dell'Agenzia Nazionale per i Giovani